La nostra Italia fuori dai confini nazionali e' sempre piu' giovane

 

La nostra Italia fuori dai confini nazionali e' sempre piu' giovane

 

Print

Molfetta, 20/11/2023


"Lavorare all'estero per i nostri giovani è una grande opportunità di crescita umana e professionale e deve essere una scelta libera, non un obbligo di fatto"
Sergio Mattarella, Presidente della Repubblica




Mentre il nostro Paese perde residenti, cresce la comunità italiana fuori dai confini nazionali. Al 1° gennaio 2023 i connazionali iscritti all’Aire (l’anagrafe degli italiani residenti all’estero) sono 5.933.418, il 10,1% dei 58,8 milioni di italiani residenti in Italia.

La presenza degli italiani all'estero è cresciuta dal 2006 a oggi del +91%. Le italiane all'estero sono praticamente raddoppiate (99,3%), i minori sono aumentati del +78,3% e gli over 65 anni del +109,8%. I nati all'estero sono cresciuti, dal 2006, del +175%, le acquisizioni di cittadinanza del +144%, le partenze per espatrio del +44,9%, i trasferimenti da altra Aire del +70%".

E' quanto si legge nella XVIII edizione del "Rapporto Italiani nel mondo" della Fondazione Migrantes, diffuso oggi. Mentre l'Italia continua inesorabilmente a perdere residenti (in un anno -132.405 persone, lo -0,2%), l'Italia fuori dell'Italia continua a crescere anche se in maniera meno sostenuta rispetto agli anni precedenti".

"Il 46,5% dei quasi 6 milioni di italiani residenti all'estero è di origine meridionale (il 15,9% delle sole Isole), il 37,8% del Settentrione (il 19,1% del Nord Ovest) e il 15,8% del Centro. Negli ultimi 20 anni, quindi, e poi ancora di più nell'ultimo decennio, abbiamo assistito non solo a un revival del fenomeno, ma a un drastico cambiamento dello stesso.

Rispetto alle caratteristiche tradizionali - origine meridionale, protagonismo dell'oltreoceano, emigrazione familiare - la mobilità degli italiani più recente, caratterizzata da partenze dalle regioni del Centro-Nord dopo, nella maggior parte dei casi, un periodo più o meno lungo di mobilità interna Sud-Nord, sta riscrivendo la storia dell'Italia legata ai flussi migratori dei suoi residenti".

Tra i dati principali che emergono dal Rapporto italiani nel mondo 2023, a cura della Fondazione Migrantes, c'è anche la novità che, nell’ultimo anno per la prima volta, il motivo “espatrio” nell'iscrizione all'Aire è stato superato dalla nascita all’estero da cittadini italiani (43,4%, quasi 91 mila iscrizioni).

I numeri degli italiani che emigrano all'estero "sono preoccupanti. C'è un dato di mobilità, di conoscenza, di una capacità di rapporti che non c'era prima, ma vuol dire anche che non trovano qui quello che cercano e lo trovano altrove.

#italianinelmondo #emigrazioneitaliana #pugliesinelmondo #emigrazionemolfettese #associazioneollmuvi #ilovemolfetta #america #australia #europa #job #work

 

Riproduzione riservata. La riproduzione è concessa solo citando la fonte con link alla news.

 

 

 




15/04/2024

Scuola per genitori presso il Centro Servizi per le Famiglie Molfetta

Scuola per genitori presso il Centro Servizi per le Famiglie Molfetta

14/04/2024

Premio letterario don Tonino Bello IV edizione

Premio letterario don Tonino Bello IV edizione

Video

Fly to Puglia... to be home: turismo delle radici

Fly to Puglia... to be home: turismo delle radici

Foto

BTM Puglia 2024 Turismo delle radici

BTM Puglia 2024 Turismo delle radici